Gubbio la città di pietra I monti Sibillini Todi Il Lago Trasimeno

Todi.org

La Cattedrale, il Tempio di San Fortunato, il Tempio della Consolazione e le altre chiese di Todi



Le altre chiese di Todi

Come tutte le città medioevali anche Todi ha molte chiese +/- belle ... ed aperte per la visita.

Escluse la Cattedrale ed il Tempio di San Fortunato che vengono trattate singolarmente, le altre chiese si elencano in rigoroso ordine alfabetico:

Chiesa della Santissima Annunziata del XIV secolo

Santa Maria in Camuccia (visitabile e bella)

Chiesa del Santissimo Crocifisso

Chiesa di Sant'Eligio del XVI secolo

Chiesa di San Filippo del 1490

Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo del 1276

Chiesa di San Giorgio

Chiesa di Sant'Ilario (o di San Carlo?) p> Chiesa di San Nicolò de Criptis del 1093

Chiesa di Santa Prassede del XIV secolo


Tutte le chiese sono belle, ma Santa Maria in Camuccia merita di essere visitata anche se si ha poco tempo.

Chiesa di Santa Maria in Camuccia Chiesa di Santa Maria in Camuccia


In questa chiesa si trova una grande statua lignea della "Madonna in trono con Bambino" del XII secolo di autore ignoto assolutamente da non perdere.


Chiesa di Santissima Annunziata

Chiesa di Santissima Annunziata Chiesa di Santissima Annunziata

torna in testa alla pagina


Chiesa di Sant'Eligio

Chiesa di Sant'Eligio

torna in testa alla pagina


Chiesa di Sant'Ilario o San Carlo

La Chiesa di Sant'Ilario è una delle chiese più antiche di Todi in quanto compare in un elenco di beni che il Conte Guazza nel 1112 invia all'Abbazia di Farfa Sabina (RI).

Alcuni sostengono che questa fosse la prima Cattedrale di Todi ...

Ed un'antica iscrizione in latino ricorda che "nell'anno del Signore 1240, nel giorno della Pentecoste, questa chiesa fu consacrata da quattro vescovi".

La sua facciata è nello stile romanico umbro del X-XI secolo.

Interessanti sono le cinque dentellature orizzontali due a marcare il rosone centrale e tre ad marcare i due livelli di te archi della torre camapnaria

Chiesa di Sant'Ilario


Al centro della facciata si trova il rosone composto da otto colonne a raggiera quasi a formare il timone di una nave.

Facciata e rosono sembrano quindi coevi e non (particolarmente) rimaneggiati negli anni.

Diversa invece è invece l'attribuzione della lunetta sopra l'ingresso seicentesca ed in cui si può vedere ciò che resta di un affresco rappresentante San carlo realizzato nel 1623 all'epoca in cui la chiesa venne assegnata alla Compagnia di San Carlo.

Non è facile entrare in questa chiesa normalmente chiusa ... ma se la trovate aperta entrate a vedere l'affresco della "Madonna del Soccorso" sito alla sinistra dell'altare ed attribuito al pittore spoletino Giovanni di Pietro detto lo Spagna.

La chiesa si trova vicino alla Loggia della Fonte di Scarnabecco.

torna in testa alla pagina


Chiesa di Santa Prassede

Chiesa di Santa Prassede


La Chiesa di Santa Prassede risale al XIV.

Interessante la facciata in stile tardo romanico con la parte inferiore in lastra di marmo bianche e rosse e con la parte superiore a mattoni in faccia vista.

La Chiesa di Santa Prassede è sita nell'omonima strada.

torna in testa alla pagina



Alcune parti di questo sito sono state realizzate seguendo le indicazioni riportate nella GUIDA TURISTICA A COLORI di Carlo Grassetti ed. 2001.

Se la trovate acquistatela, il formato è compatto e le informazioni sono veramente esaustive.



Todi.org
Tu sei il nostro



visitatore dal 31/07/2010


oggi su acpb sono state viste ... pagine


Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto

e per restare in contatto con noi seguici su







todi.org è pubblicato con


Todi.org è pubblicato con Licenza Creative Commons























Grazie della lettura

Ti attendiamo presto a Todi ...