Gubbio la città di pietra I monti Sibillini Todi Il Lago Trasimeno

Todi.org

La Cattedrale, il Tempio di San Fortunato, il Tempio della Consolazione e le altre chiese di Todi



La Cattedrale di Santa Maria Annunziata a Todi

Visitare la Cattedrale di Todi è realmente equivalente alla visita di un museo di arte sacra cinquecento / settecenteesca.

Appena si entra subito sulla destra si vede il Crocifisso in legno intagliato di scuola umbra del XVIII secolo

Crocifisso di scuola umbra del XVIII secolo

Crocifisso di scuola umbra del XVIII secolo

Sempre nella stessa zona si trova la campana in bronzo del MDCCXXXXIII (non sono un errore le XXXX ... è scritto l'anno 1743) commissionata dal vescovo Gualtieri.

Campana in bronzo del MDCCXXXXIII

Campana in bronzo del MDCCXXXXIII

A seguire l'affresco staccato di scuola perugina raffigurante Maria Maddalena con in mano un vaso di unguento tra due angeli e due cherubini.

Noi a questo affresco, per la sua importanza e qualità, dedichiamo una pagina specifica.

Anche alla fonte Battesimale di Pietro Moricone da Lugano realizzata nel 1507 dedichiamo una pagina specifica.

La visita continua trovando la bifora vetrata con disegnata la scena del battesimo di Gesù e con il frammento di affresco staccato raffigurante la Trinità attribuita a Giovanni di Pietro detto lo Spagna

Trinita di Giovanni di Pietro detto lo Spagna

Trinità di Giovanni di Pietro detto lo Spagna

Questa opera del 1515 è in non buone condizioni, ma, nonostante tutto, la sua bellezza resta intatta.

Si prosegue con le bifore vetrate da Giuseppe Francisi:

le bifore vetrate da Giuseppe Francisi le bifore vetrate da Giuseppe Francisi le bifore vetrate da Giuseppe Francisi le bifore vetrate da Giuseppe Francisi le bifore vetrate da Giuseppe Francisi

Da sinistra verso destra:

- San Domenico e San fortunato

- San Marco e San Luca

- San Matteo e San Giovanni

- San Francesco e San Benedetto

- Santa Lucia e San Martino

Chiude la navata di destra il dipinto su tavola, attribuito a Giannicola di Paolo, raffigurante la Madonna con Bambino tra i Santi Caterina d'Alessandria e Rocco.

Sulla lunetta il Cristo morto tra Nicodemo e Giuseppe di Arimatea.

Madonna con Bambino tra i Santi Caterina d'Alessandria e Rocco

Giannicola di Paolo Madonna con Bambino tra i Santi Caterina d'Alessandria e Rocco

Nella zona absidale sulla destra si trovano un frammento di affresco staccato del XIV secolo (bottega umbra) raffigurante Sant'Arnaldo ed un dipinto su tela di Antiveduto Grammatica (è un pittore proto barocco nato forse a Siena nel 1571 e morto a Roma nel 1626) raffigurante la Vergine con i Santi Lorenzo, Stefano e Caterina d'Alessandria e con delle tempere rappresentanti San Paolo e San Pietro realizzate da Giovanni di Pietro detto lo Spagna.

Passando alla zona dell'altare maggiore occorre segnalare il bellissimo crocifisso di scuola umbra del XIII secolo

Altare centrale

Il lampadario sopra l'altare è in argento ed è opera di Giovanni Giardini e fu donato nel XVIII secolo da parte del vescovo Giuseppe Pianetti

Crocifisso ligneo

Sulla sinistra si accede alla cripta non sempre visitabile, mentre sulla parete si destra si trova il monumento funebre di Papa San Martino I.

Il monumento funebre di Papa San Martino I Il monumento funebre di Papa San Martino I

Il monumento funebre di Papa San Martino I

L'opera è stata realizzate nel 1994 da parte di Fiorenzo Bacci.

Sulla parete della navata di sinistra si trovano le cinque pale di Pale di Ferraú Fenzoni a cui dedichiamo una pagina specifica.

La visita alla Cattedrale si chiude con il bellissimo il Giudizio Universale sempre dipinto da Ferraú Fenzoni da Faenza nel 1596 ed a cui dedichiamo una pagina specifica.

Un'ultima curiosità in uscita prestate attenzione al pavimento in pietra bianca e rosa di Assisi.

Todi.org
Tu sei il nostro



visitatore dal 31/07/2010


oggi su acpb sono state viste ... pagine


Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto

e per restare in contatto con noi seguici su







todi.org è pubblicato con


Todi.org è pubblicato con Licenza Creative Commons























Grazie della lettura

Ti attendiamo presto a Todi ...